unità locali

Per unità locali si intendono impianti operativi od amministrativi e gestionali ubicati in luoghi diversi da quello della sede legale nei quali si esercitano stabilmente una o più attività tra quelle dell’impresa.

Da non confondere con la “sede secondaria“, che serve per stabilire un altro centro di imputazione degli interessi della società oltre alla sede legale.

Di conseguenza in una sede secondaria è possibile svolgere tutte le attività sociali essendo questa del tutto equiparabile a quella principale.

A differenza che per la UL deve però essere nominato un legale rappresentante, che deve poi essere iscritto nel Registro delle Imprese.

L’apertura di una UL con dichiarazione di inizio attività al suo interno segue le stesse regole delle normali dichiarazioni di inizio attività.

Può dunque può essere necessario il preventivo rilascio di una licenza od autorizzazione comunale.

Di norma non esiste una unità locale inattiva, ma fanno eccezione le UL adibite a magazzino od ufficio.

Per esse non si ha una attività dichiarata perchè contribuiscono al processo produttivo che si svolge nella sede legale (può però dipendere dalle singole CCIAA).

La chiusura in CCIAA di una UL al cui interno sono esercitate attività soggette ad autorizzazione necessita di una preventiva comunicazione al Comune di competenza.

Costi :

  • Apertura : € 139,20 comprensivo di diritti per la CCIAA. Necessaria la firma digitale del Legale Rappresentante.
  • Variazione e chiusura : € 115,20 comprensivo di diritti per la CCIAA. Necessaria la firma digitale del Legale Rappresentante.

sezione menù : CCIAA – Registro Imprese