pulizia sanificazione

Le attività di pulizia, disinfezione, disinfestazione, derattizzazione e sanificazione sono soggette ad una segnalazione certificata di inizio attività in CCIAA.

definizioni

Pulizia : insieme di operazioni che occorre praticare per rimuovere lo “sporco visibile” di qualsiasi natura da qualsiasi tipo di ambiente, superficie o macchinario.

Disinfezione : consiste nell’applicazione di agenti disinfettanti in grado di ridurre il carico microbiologico presente su oggetti e superfici da trattare.

Disinfestazione : attività volta a distruggere piccoli animali.

Derattizzazione : attività che comporta la distruzione completa oppure la riduzione del numero della popolazione dei ratti o dei topi al di sotto di una certa soglia.

Sanificazione : intervento mirato ad eliminare alla base qualsiasi batterio ed agente contaminante che con le comuni pulizie non si riescono a rimuovere. La sanificazione si attua avvalendosi di prodotti chimici detergenti per riportare il carico microbico entro standard di igiene accettabili ed ottimali in ragione della destinazione d’uso degli ambienti interessati. Deve comunque essere preceduta dalla pulizia.

Disinfestazione derattizzazione e sanificazione richiedono la nomina di un Responsabile Tecnico in possesso di tutti i requisiti previsti dal D.M. 7/7/97 n. 274 e possono essere esercitate da imprese che possiedono determinati requisiti morali, economico-finanziari e tecnico-organizzativi.

Requisiti morali (richiesti al titolare dell’impresa individuale, ai soci o agli amministratori per le società):

  • Non essere stati condannati per i reati elencati nell’art. 2 della legge n. 82/1994
  • Non essere sottoposti a misure di prevenzione antimafia

Requisiti economico-finanziari (richiesti all’impresa):

  • Regolare iscrizione all’INPS e all’INAIL di tutti gli addetti dell’impresa
  • Esistenza di almeno un conto corrente bancario
  • Assenza di protesti

Requisiti tecnico-organizzativi:

L’impresa che intende esercitare l’attività di derattizzazione, disinfestazione e sanificazione, deve nominare un Responsabile Tecnico in possesso di uno dei seguenti titoli:

  • Diploma universitario o laurea in materia tecnica utile ai fini dello svolgimento dell’attività
  • Diploma di scuola secondaria superiore conseguito in una materia attinente l’attività
  • Attestato di qualifica professionale attinente l’attività che si intende svolgere
  • Assolvimento dell’obbligo scolastico assieme ad un periodo di lavoro di almeno tre anni in un’azienda del settore in qualità di titolare o amministratore, socio partecipante, collaboratore familiare, dipendente qualificato.

Può essere nominato responsabile tecnico:

  • il titolare di una impresa individuale
  • un socio o amministratore di società;
  • un dipendente dell’impresa (in tale ipotesi è necessario allegare la comunicazione obbligatoria effettuata al centro per l’impiego – c.d. modello UNILAV – con l’attestazione dell’avvenuta trasmissione)
  • un familiare (parente entro il terzo grado o affine entro il secondo grado) del titolare dell’impresa individuale.

Per poter partecipare agli appalti pubblici regolati dalla normativa comunitaria è inoltre necessario iscrivere l’impresa in una delle fasce di classificazione per volume di affari previste dalla legge n. 82/1994.

Costo per società non artigiana : € 171,80 comprensivo di diritti e maggiorazioni per la CCIAA. Necessario il dispositivo di Firma Digitale del legale rappresentante, la SCIA, la copia del documento di identità del responsabile tecnico se diverso dal legale rappresentante, la copia del titolo abilitante ed eventualmente del modello UNILAV. Inoltre occorre effettuare il pagamento di € 168,00 sul c/c 8003, intestato all’Agenzia delle Entrate – Centro operativo di Pescara – Tasse Concessioni Governative (tale versamento deve essere effettuato nei casi di inizio attività ed ampliamento dell’attività esercitata).

Costo per ditta individuale artigiana (iscrizione) : € 239,30 comprensivo di diritti e maggiorazioni per la CCIAA. Necessario il dispositivo di Firma Digitale del titolare, la SCIA, la copia del documento di identità del responsabile tecnico se diverso dal legale rappresentante, la copia del titolo abilitante ed eventualmente del modello UNILAV. Inoltre occorre effettuare il pagamento di € 168,00 sul c/c 8003, intestato all’Agenzia delle Entrate – Centro operativo di Pescara – Tasse Concessioni Governative (tale versamento deve essere effettuato nei casi di inizio attività ed ampliamento dell’attività esercitata).

Riferimenti

https://www.camera.it/parlam/leggi/07040l.htm

https://www.mise.gov.it/images/stories/pdf_upload/SERVIZI_E_PROFESSIONI/DM_7_luglio_1997_n_274.pdf

sezione menù : CCIAA – Registro Imprese

sottosezione menù : attività regolamentate